STOP UOVA DA GABBIA NEI SUPERMERCATI SELEX

Prosegue la nostra campagna per eliminare le uova da galline allevate in gabbia dagli scaffali dei supermercati in Italia. Le galline in gabbia sono costrette a una vita di sofferenza e privazione: è ora di dire basta a questo crudele sistema di allevamento.

Questa volta sotto la nostra lente di ingrandimento c’è Selex: aiutaci a convincere le insegne che fanno capo al gruppo Selex a eliminare le uova da galline allevate in gabbia dai propri scaffali e a garantire l’impegno con i consumatori pubblicando la policy sui propri siti web.

Analisi delle prime 5 insegne di supermercati Selex

Tra tutte le insegne del gruppo Selex, abbiamo preso in considerazione le cinque principali – Famila, A&O, Cash&Carry, Il Gigante e Alì – in base a tre parametri:

  • impegno a non vendere più uova in gabbia a proprio marchio
  • impegno a non vendere più uova in gabbia di altri marchi
  • trasparenza nella comunicazione ai consumatori tramite la pubblicazione del proprio impegno sul sito internet

Abbiamo riscontrato che tutte e cinque le insegne vendono uova da galline allevate in gabbia, sia a proprio marchio sia di altri marchi.

Clicca sui loghi dei supermercati qui sotto per verificare il loro percorso verso un’era senza gabbie per le galline.

Famila A&O Cash & Carry Il Gigante Ali

Da quando è iniziata la nostra campagna per eliminare le uova da gabbia dagli scaffali dei supermercati, alcune importanti catene della GDO si sono già espresse pubblicamente e a 360° contro le uova in guscio da allevamenti in gabbia. Altre hanno preso una decisione a metà, come Conad, che stiamo per questo continuando a sollecitare affinché elimini tutte le uova da gabbia dai propri scaffali.

Non è il momento di allentare la presa: adesso è il turno del gruppo Selex. Continuiamo a fare pressione per far capire che non siamo più disposti a tollerare un sistema di allevamento che non prende in considerazione il benessere degli animali.

Se uniamo i nostri sforzi, abbiamo il potere di fare la differenza per milioni di animali e porre fine al trattamento disumano a cui sono sottoposti negli allevamenti intensivi. Il gruppo Selex non si è ancora assunto un impegno pubblico per il benessere delle galline che riguardi tutte le uova in guscio del suo assortimento: diciamo tutti insieme basta alle uova da gabbia!

ENTRA IN AZIONE E SCRIVIGLI ORA!

 

Maggiori informazioni

- Hai domande sulla nostra campagna? Clicca qui per approfondire

- Se desideri, puoi consultare l'elenco delle aziende che hanno ricevuto un Premio Good Egg.

ENTRA IN AZIONE

Le insegne del gruppo Selex continuano a vendere uova da gabbia, a proprio marchio e di altri marchi. Agisci ora per chiedere a Selex di eliminare le uova da gabbia dal proprio assortimento e pubblicare un chiaro impegno sul proprio sito. Puoi scegliere di scrivere a Selex o di indirizzare la lettera al tuo supermercato di fiducia. Seleziona il destinatario, potrai poi vedere il testo dell'email e procedere all'invio.