END THE CAGE AGE. BASTA ANIMALI IN GABBIA



Fra tutte le forme d’allevamento, la gabbia di sicuro è la peggiore. Troppo spesso si sente dire che la gabbia è  un “male necessario” nell’allevamento. Ma anche se ancora al giorno d’oggi esistono persone che credono che infliggere crudeltà sugli animali possa essere in qualche modo giustificabile, sappiamo invece che si può fare diversamente. In Europa, circa 700 milioni di animali sono confinati in gabbie ogni anno. Sono immabilizzati e privati della possibilità di esprimere  i loro comportamenti naturali. E’ una vergogna che ancora oggi vi siano sistemi così barbari per allevare gli animali. Dobbiamo evolverci e porre fine all’era delle gabbie.

E’ tempo di decidere

Conigli, galline, scrofe, anatre e quaglie passano tutta la loro breve vita in gabbia.
Per molti di loro la gabbia significa isolamento, per molti altri essere ammassati con i loro consimili. Per tutti la gabbia significa non potere esprimere nessuno dei propri comportamenti naturali. E’ tempo di superare l’era delle gabbie e porre fine alla inutile sofferenza di milioni di esseri senzienti. Ogni generazione ha la responsabilità di decidere cosa non è più disposta a tollerare. Ora è il nostro momento di schierarci dalla parte degli animali ed unirci a End the Cage Age. Non ci sono scuse che tengano per continuare ad utilizzare un sistema d’allevamento così primitivo come quello delle gabbie.

Un problema globale

In tutto il mondo milioni di animali si ritrovano a trascorre la propria vita in gabbie minuscule. Solamente in Europa, centinaia di milioni di animali passano la loro intera esistenza, dalla nascita alla morte, in una gabbia, avendo a disposizione uno spazio inferiore ad un foglio A4. Una gabbia è una forma estrema di limitazione della libertà, dalla quale è impossibile fuggire.
Non esistono gabbie che favoriscono un alto livello di benessere per gli animali, anche in caso di ottima gestione dell’allevamento. Le gabbie arricchite e quelle in colonia soddisfano alcuni dei bisogni psicologici e fisici degli animali, ma si tratta ancora di una gabbia.
Una gabbia è sempre una gabbia!


Animali in gabbia

End the cage Age

Per molti anni, Compassion in World Farming ha lanciato campagne per porre fine alle gabbie, una tra le più grandi forme di crudeltà nei confronti degli animali. In questi anni, abbiamo visto importanti progressi con il divieto dei box singoli per i vitelli, quello delle gabbie di batteria per le galline ovaiole e quello parziale per le scrofe nelle gabbie di gestazione. Inoltre gli animali sono stati inoltre riconosciuti come essere senzienti in tutta Europa (Lisbon Treaty, 2009). Ma ancora vi sono pratiche di allevamento estremamente orribili.

Animali in gabbia  

End the Cage Age è la campagna di CIWF per porre definitivamente fine all’uso delle gabbie negli allevamenti di tutta Europa e si prefigge lo scopo di creare un movimento di persone che intendono schierarsi contro le gabbie e a favore di un allevamento più rispettoso del benessere degli animali.

 

La storia

  • 1990 Divieto di allevare i vitelli in box singoli in UK
  • 2007 Divieto di allevare i vitelli in box singoli in UE
  • 2012 Divieto delle gabbie di batteria per le galline ovaiole
  • 2013 Divieto parziale delle gabbie di gestazione per le scrofe
  • 2014 Video inchiesta di Compassion in World Farming sugli allevamenti di conigli in Repubblica Ceca, Grecia, Italia, Cipro e Polonia
  • 2014 Compassion in World Farming lancia End the Cage Age

 

Cosa puoi fare tu

BASTA ANIMALI IN GABBIA!
SEI D'ACCORDO?

Schierati a favore degli animali. Inserisci i tuoi dati e ti unirai alle migliaia di persone che credono che una gabbia sia sempre e comunque ingiusta!

Le gabbie arricchite sono legali, ma non sono giuste!